Onstage

Oasis vs Blur: gli insulti storici che si sono scambiate le due band

Negli anni novanta Oasis e Blur erano tra le band maggiormente adorate dai fan. I loro singoli volavano in vetta alle classifiche e i loro dischi vendevano a pacchi. A volare però non erano solo i singoli, ma anche gli insulti. Oltre alle tante canzoni, infatti, la vera protagonista di quegli anni di gloria del Britpop fu la faida tra i Blur, appunto, e gli Oasis.

I fratelli Gallagher non sono persone che le mandano a dire e durante il corso degli anni spesso hanno riservato parole poco dolci ad Albarn e soci, che non si sono di certo tirati indietro. La guerra è iniziata nel 1995 e si è svolta a colpi di affermazioni al vetriolo e di brani che si sono fatti concorrenza nelle hit parade e nelle orecchie dei giovanissimi.

Per capire la situazione, basta leggere quello che ha raccontato di quell’anno Damon Albarn: «Quando gli Oasis conquistarono il primo posto con Some Might Say sono andato al party che avevano organizzato per festeggiare. Liam venne verso di me e parlandomi a un centimetro dalla faccia mi disse: “Siamo i fottuti numeri uno!”. Allora pensai: “Ok… lo vedremo!”. Ultimamente la situazione è migliorata, ma per un attimo torniamo agli anni Novanta, quando la battaglia infuriava, per una carrellata sulle frasi più irriverenti che si sono scambiati le due band.

1. «Purtroppo il conflitto tra me e Noel Gallagher non è una scaramuccia tra gruppi, è strettamente personale». (Damon Albarn)

2. «Damon Albarn è uno stronzo. E il suo chitarrista, che pensavo fosse un tipo ok, invece si crede il numero uno, quell’idiota. Il batterista non l’ho mai incontrato, mentre Alex James, che all’inizio non mi era per niente simpatico, non mi dispiace. Però ecco, non amo la loro musica e sicuramente non mi piace il loro cantante». (Noel Gallagher)

3. «Nessuno voleva una faida tra noi e gli Oasis. Voglio dire, durante il Chris Evans Show mi è sfuggito che assomigliassero un po’ agli Status Quo, ma non volevo essere offensivo. Io sono dalla loro parte». (Damon Albarn)

4. «Gli Oasis erano come i bulletti con cui dovevi avere a che fare a scuola». (Damon Albarn)

5. «Spero che Damon Albarn e Alex James dei Blur prendano l’AIDS e scompaiano». (Noel Gallagher)

6. «Non ho niente contro Damon Albarn. Penso solamente che la sua ragazza, Justine Frischmann, sia brutta». (Noel Gallagher)

7. «La cosa più gentile che posso dire sui Blur è No Comment». (Liam Gallagher)

8. «Cosa ne sa Damon Albarn della cultura britannica? Non sa niente. Viene da Colchester, è un fottuto studente, fa musica per intelligentoni, non sa proprio niente». (Noel Gallagher)

9. «I Blur sono molto meglio degli Oasis, ma del resto anche Phil Collins lo è». (Noel Gallagher)

10. «Il mio sogno? Che i Blur scompaiano, che John Lennon sia ancora vivo e che i Beatles si riformino». (Noel Gallagher)

11. «Rispetto i Blur come musicisti. Il chitarrista è un vero talento e Albarn ha scritto delle buone canzoni. Il problema è che è sempre accondiscendente e remissivo, e questo mi irrita moltissimo». (Noel Gallagher)

12. «Volevo che Roll With It conquistasse il primo posto in classifica. Una sera incontrai Alex James in un pub. I Blur in quel momento avevano il loro singolo alla numero uno. Così mi sono congratulato e lui mi ha risposto: “Grazie ma penso che entrambe le nostre canzoni non siano un granché”. Non ci ho visto più e gli ho detto “Ti sbagli, io credo che i nostri pezzi e i nostri album siano il massimo. È proprio per questo che odio te e la tua band». (Liam Gallagher)

Eleonora Gasparella

Foto di Francesco Prandoni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI