Onstage
public-image-ltd

First Issue dei Public Image Ltd. compie 40 anni

8 dicembre 1978. Il progetto “anti-rock” di John Lydon aka Johnny Rotten inizia a prendere forma con la stampa di First Issue, primo capitolo griffato appunto Public Image Ltd, un disco che getta le basi del post punk, codificate definitivamente con Metal Box (1979), toccando in seguito lidi più accessibili e addirittura il successo commerciale con This Is What You Want… This Is What You Get (1984) e Album (1986), per poi proseguire in una carriera pluridecennale e altalenante che vede come unico punto fisso lo stesso Lydon.

pil-first-issue-1978

40 ANNI FA…
Ma facciamo un doveroso passo indietro. Conclusa la controversa e fondamentale esperienza nei Sex Pistols, Lydon non vede l’ora di lasciarsi il passato alle spalle ed esorcizzarlo, oltre a dimostrare di essere qualcosa in più e di meglio di un semplice cantante punk (e soprattutto, di non essere un burattino nella mani dell’ex manager Malcolm McLaren). Dopo un viaggio in Giamaica in compagnia del patron della Virgin Records Richard Branson, che in realtà avrebbe dovuto sortire un accordo tra il cantante e i Devo per la posizione vacante di frontman, Lydon torna in patria con le idee chiare sul proprio futuro. Il vecchio Rotten chiama a raccolta alcuni amici, ovvero il bassista Jah Wobble, il chitarrista (ex Clash) Keith Levene e il giovane batterista Jim Walker, iniziando a plasmare il futuro dei Public Image Ltd.

IL DISCO
Con un budget risicatissimo, polverizzato ancor prima dell’inizio effettivo delle registrazioni, i quattro riescono in qualche modo a mettere insieme il loro debutto discografico, in cui convergono nuove influenze, a partire dal reggae alla world music, toccando anche dub, noise, progressive rock e disco in un calderone che a un primo ascolto può risultare parecchio spiazzante (brillante a questo proposito il ricordo di Wobble durante un’intervista, “i PiL sono il parto delle menti di quattro persone che si facevano di droghe differenti in momenti differenti”).
Nonostante tutti gli sforzi di Lydon per cancellare il suo passato, l’atteggiamento punk ritorna a galla nel corso di First Issue nel cantato e nelle lyrics (e in effetti l’artista si era già messo al lavoro su alcuni pezzi durante gli ultimi mesi di vita della sua ex band), a partire dal singolo Public Image, un attacco a Malcolm McLaren, e Low Life, dedicata “amorevolmente” a Sid Vicious.
Ossessivo e iconoclasta, il debutto dei Public Image Ltd (soprattutto per i testi di Religion I e II, e Annalisa) non ha incontrato le simpatie dei conservatori, tant’è che negli Stati Uniti il disco in forma fisica non è mai arrivato fino al 2013. First Issue all’epoca è stato stroncato anche dalla critica, che lasciandosi abbindolare dalla Babele sonora del disco, non è riuscita a districarne l’intrinseca natura avanguardista, che non ha solo rilanciato la carriera di John Lydon, ma è valsa come spartiacque verso una nuova era e un nuovo genere.

…E OGGI
Oggi i PiL, dopo quarant’anni di carriera, sono ancora una realtà solida, nonostante la line-up si sia rivoluzionata nel corso dei decenni e nonostante le pause di riflessione. Infatti, nel 1984 Levene e Wobble si ritirano lasciando Lydon come unico protagonista assoluto e immutato della storia dei Public Image Ltd, il cui ultimo disco, pubblicato nel 2015, si intitola What the World Needs Now.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI