Onstage
rime-rapper

10 rime che (probabilmente) i rapper vorrebbero cancellare

Capita a tutti di difendere a spada tratta il proprio rapper preferito. Tutte le scelte artistiche, anche le più bizzarre, hanno senso. Eppure, quelli che consideriamo come i migliori rapper del pianeta, non sono immuni da errori, hanno tutti il loro scheletro nell’armadio che non può essere cancellato. Nessuno di loro è perfetto. Capita infatti di sentire una rima che ci fa sorridere, scuotere la testa e, in casi eccezionali, venire i brividi. A volte è un intero verso, altre volte un’intera canzone. Di seguito, trovate una selezione di alcune rime che oggi i rapper molto probabilmente non scriverebbero più.

popstar-outfit-errori-stile

Fabri FibraL’italiano balla male
“Al mondo non conta chi c’è, conta chi c’ha / se questa vita fosse un ballo sarebbe un cha cha cha”

Il 2017 di Fabri Fibra è stato perfetto, ben due singoli in alta rotazione radiofonica e un terzo che si appresta a esserlo. Ma non è sempre stato tutto rosa e fiori. L’estate del 2012 si è rivelata un vero tonfo nell’acqua. Un pezzo ideato per essere la hit dell’estate, non lo è diventato.

MarracashLa tipa del tipo
“Entro in discoteca tutto nuovo di pacca / Tu c’hai la catena, zio, dell’uovo di Pasqua”

Anche uno dei migliori parolieri italiani ha il suo scheletro nell’armadio. Il singolo fortunatamente per Marra non è mai stato inserito in nessun disco. Recentemente lo stesso Marracash ha ammesso che questo genere di pezzi non li farebbe più.

Guè PequenoReb
“Jordan nuove di pacca / pacco di weeda uovo di Pasqua”

Pare che i rapper milanesi siano molto affezionati alla non rima pacca/Pasqua. “Reb” finora è uno dei brani più discussi di Guè Pequeno. Il motivo non è poi così difficile da capire.

Club DogoMinchia boh
“Tu resta a casa col pigiama a righe / io resto a casa col pigiama a fighe”

Tra alti e bassi Guè, Jake e Don Joe hanno segnato l’ultima decade del rap italiano. “Minchia boh”, brano fatto appositamente per il film “I soliti idioti”, non è di certo tre le loro migliori canzoni. Vogliamo bene a Guè Pequeno, ma questa rima è una assai rivedibile.

DrakePop Style
“Got so many chains they call me Chaining Tatum”

Persino i rapper americani hanno i loro scheletri nell’armadio. Gioco di parole abbastanza rivedibile per Drake che per forzare la rima con chains, storpia il nome del famoso attore Channing Tatum. Da uno come lui ci si aspetta sempre il meglio.

Jay ZIt’s Hot (Some Like It Hot)
“Thirty-eight revolve like the Sun round the Earth”

Se sei una di quelle persone convinte che la Terra non gira intorno al Sole allora questa rima fa per te. Caro Jay Z, ora che hai figli un ripassino di astronomia non ti farebbe male.

Nicky MinajYour Love
“When I was a geisha he was a samurai/Somehow I understood him when he spoke Thai”

Scrivere di getto è sempre rischioso, non controllare lo è ancora di più. Ce lo insegna Nicky Minaj che confonde la Thailandia, dove le persone parlano tailandese, con il Giappone, dove nasce la cultura samurai. Rimandata insieme a Jay-Z.

TimbalandGet On the Bus
“There’s no need to lie folk/Why you sleeping with ya eyes closed?”

Esiste, per caso, qualche altro modo per dormire se non con gli occhi chiusi?

Kanye WestI Don’t Like
“I was In Too Deep like Mekhi Phife”

Glielo dite voi al buono e caro Kanye che Mekhi Phife non è presente nel film “In Too Deep”? Dicono che prenda bene le critiche.

Kanye WestGettin’ It In (part 2)
“Don’t try to treat me like I ain’t famous My apologies, are you into astrology Cause I’m, I’m tryin to make it to Uranus”

Perdonaci Kanye, non ti abbiamo preso di mira. Lo sappiamo che sei un genio e che probabilmente tu e Jay-Z conoscete i misteri dell’universo. Però così è troppo.

Stefano Mazzone

Foto di Sha Ribeiro

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI