Onstage

I 25 anni di Chaos A.D. dei Sepultura

Chaos AD è il quinto disco dei brasiliani Sepultura: uscito il 19 ottobre 1993 per Roadrunner Records, l’album rappresenta la svolta per la carriera di Max Cavalera e soci, che con questo lavoro consolidano il loro ruolo di nome di primaria importanza del thrash metal internazionale, imponendosi anche al grande pubblico come nuova forza trainante insieme ai Pantera della parte più dura dell’hard rock.

sepultura-chaos-ad-1993

25 ANNI FA…
I Sepultura del 1993 erano uno dei nomi di punta della Roadrunner Records, etichetta neerlandese che in quegli anni era tra i riferimenti mondiali per il metal più estremo. Con il precedente Arise, il disco che li ha fatti conoscere in tutto il mondo, la band aveva iniziato a sperimentare alcune sonorità che si discostavano rispetto a quelle più classiche degli esordi, inserendo campionature ed echi latini ed industrial, trovate che avranno ampio spazio nella fase successiva della loro carriera. Una fama arrivata in tutto il mondo, dal Vecchio Continente (con copertine su magazine come NME e Kerrang!) ad oltreoceano, con il gruppo che accompagnerà dal vivo artisti di fama internazionale come Ozzy Osbourne, Ministry ed Helmet.

IL DISCO
Si tratta del disco più politico inciso fino a quel momento dai Sepultura. I riferimenti lirici in testi come Territory o Propaganda, ai quali si aggiunge un video come quello di Refuse/Resist, che include frammenti di accese proteste tra cui la storica immagine di Piazza Tienanmen, mostrano una band che decide di prendere una posizione forte e “di sinistra” con la propria proposta musicale. Per mettere ancora più in chiaro le cose, per la canzone Biotech Is Godzilla i brasiliani collaborano con Jello Biafra, con l’ex Dead Kennedys che scrive un testo di protesta contro il summit di Rio e sull’uso criminale delle biotecnologie, rendendo noto anche al pubblico dell’heavy metal le vicende di Cubatão, definita la città più inquinata del mondo.
Musicalmente Chaos AD fa crescere i semi di sperimentazione presenti in Arise: ora la band non è più solo thrash metal puro, ma una sorta di crossover tra vari generi. Il sound si avvicina sempre più al groove metal, al quale si aggiungono influenze hardcore punk e l’esplorazione delle proprie radici latine, che trovano in Kaiowas l’esempio più eclatante. Curiosa infine la scelta di incidere alcune cover per l’occasione: anche se la sola The Hunt dei New Model Army troverà spazio su disco, in queste sessioni sono state registrate reinterpretazioni di classici del punk carioca come Policia e Crucificados pelo sistema che troveranno negli anni spazio nelle loro setlist.

…E OGGI
Chaos AD è il disco che dà inizio ad un lustro di esplosione creativa che caratterizzerà Max Cavalera, nel periodo che può essere definito come quello qualitativamente migliore della sua carriera. Già nel 1994 pubblica Point Blank, unico disco degli imprescindibili Nailbomb fondati insieme ad Alex Newport, musicista dei Fudge Tunnel e in futuro produttore per At The Drive-In, Death Cab For Cutie e Bloc Party. È del 1996 invece Roots, il maggior successo commerciale dei Sepultura e ultimo disco della lineup storica, che terminerà la sua storia in malo modo alla fine dell’anno dopo un concerto alla londinese Brixton Academy, immortalato nel live Under A Pale Grey Sky. Nei mesi successivi Max fonderà i Soulfly.
Le strade dei quattro componenti del gruppo non si incroceranno più da qui in avanti, se non per i fratelli Cavalera nei trascurabili Cavalera Conspiracy. Dal 1998 le carriere dei due gruppi andranno avanti in maniera separata, con i Sepultura che recluteranno Derrick Green come nuovo cantante e Max Cavalera che tuttora si esibisce con i Soulfly. In nessuno dei casi, i due gruppi otterrà un successo pari al periodo 1991-1996 di quello che è stato uno dei gruppi brasiliani più noti di sempre e un baluardo della musica pesante in anni dominati da grunge e pop.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI