Onstage
oasis-don-t-look-back-in-anger-partita-francia-inghilterra

Prima di Francia-Inghilterra tutto lo stadio ha cantato Don’t Look Back In Anger

Don’t Look Back In Anger degli Oasis sta diventando sempre più la canzone simbolo della reazione europea – ma in particolare inglese – ai recenti attentati terroristici di Londra e Manchester. Qualche giorno l’attacco alla Manchester Arena in concomitanza del concerto di Ariana Grande, durante la commemorazione pubblica in ricordo delle vittime, la folla si è spontaneamente unita in un coro all’unisono sulle note della canzone dei fratelli Gallagher, dando vita ad un momento davvero toccante.

Il brano è stato poi ripreso anche durante il concerto-evento One Love Manchester – quando ad intonarla sono stati Chris Martin e Ariana Grande – e nella serata del 13 giugno è stato il mondo del calcio a fare sua Don’t Look Back In Anger. Allo Stade de France di Parigi si è giocata la partita amichevole Francia – Inghilterra e le due nazionali sono entrate in campo sulle note della canzone degli Oasis, che è stata eseguita dalla banda della Guardia Repubblicana francese e cantata dalle migliaia di tifosi presenti, tra i quali era presente anche il Primo Ministro Theresa May.

La hit, che ormai è diventata un vero e proprio inno, resterà indissolubilmente legata ai fatti di Manchester anche perchè Noel Gallagher – non appena saputo che la gente ha cominciato a cantarla durante le varie veglie in omaggio alle vittime – ha deciso di devolvere i suoi proventi derivanti dai diritti del pezzo ai famigliari di chi è rimasto ucciso o coinvolto nell’esplosione che si è verificata alla Manchester Arena.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI